Parliamo di acqua 3. Interrogazione dei profitti sull’acqua

Forse ricorderete quest’articolo sulle tariffe acqua  nella provincia di Milano. A seguito dell’interrogazione viene fuori che la retroattività non fu applicata per tutto il 2008 ma a partire da ottobre […]

Forse ricorderete quest’articolo sulle tariffe acqua  nella provincia di Milano. A seguito dell’interrogazione viene fuori che la retroattività non fu applicata per tutto il 2008 ma a partire da ottobre 2008. Ci fu retro-azione, anche se solo di tre mesi. L’ATO (l’azienda pubblica che controlla l’acqua) si è data disponibile a conguagliare (restituire) il denaro preso in più, ma sta aspettando il via liberà dell’autorità competente (AAEG). Signori stiamo parlando delle tariffe del 2008 e siamo nel 2013, traete le vostre conclusioni.

A seguito di quelle ricerche ci siamo accorti di ulteriori dettagli che meritano la nostra attenzione. I dati estrapolati dai bilanci pubblicati sui siti internet del gruppo Cap Milano (con Cap Holding che controlla Amiacque srl) quale soggetto gestore del servizio idrico nella Provincia di Milano, indicano inequivocabilmente come queste società realizzino profitti non indifferenti (ogni Euro prelevato all’utenza come tariffa, oltre 10 cent rimangono come utile su cui pagare le tasse). Intanto si fanno sostenere dei costi per tariffa che risultano esorbitanti rispetto a quelli che dovrebbero effettivamente essere se fossero limitati alla mera copertura dei costi sostenuti.

Quindi abbiamo fatto una nuova interrogazione con due domande:

  1. come intendete restituire il denaro?
  2. la remunerazione accertata deve essere restituita ai cittadini.

Quì Interrogazione_completa.

Restate vicino, perchè ne vedremo delle belle!

rubinetto

This Post Has Been Viewed 113 Times