Diritto allo studio

Il problema dell’istruzione è uno dei problemi prevalenti di oggi. Insieme alla Sanità rappresenta la sfida più significativa. A Cernusco sul Naviglio come in moltissimi comuni questo problema viene vissuto pesantemente sopra la pelle di tutta la comunità, in primis i genitori coi propi bimbi.

Trovare soluzioni a questi problemi, l’istruzione nello specifico, non risulta facile e qualsiasi amministratore potrebbe trovare in esso la propia spada di Damocle.

Ormai è chiaro che la società vive questo problema nel senso più stretto del termine, come è chiaro che le Amministrazioni sono in seria difficoltà. Le ragioni vanno a mio parere ricercate altrove e la responsabilità cade sulle Provincie, sulle Regione e sul Governo.

Ma la vera domanda non è di chi è la colpa, la vera domanda è cosa possiamo fare noi per dare un adeguata istruzione ai nostri figli che è sinonimo di futuro. Cosa possiamo fare noi, adesso, per fare fronte a queste emergenze?

Con queste basi chiedo quindi, a piena voce, che l’amministrazione Comincini indica quanto prima possibile un’assemblea pubblica, dove il Comune sottoponga la problematica alla comunità. La sottoponga portando sul tavolo tutti i dati in possesso all’amministrazione, i dati che riguardano le affluenze, nonché le risorse umane e materiali disponibili; quei dati che illustrino in modo specifico e trasparente lo stato delle cose cosicchè possano essere argomentati e attraverso la comunità arrivare ad una soluzione. Quei dati che dovranno essere grezzi, pena la non comprensione appieno del problema e la conseguente non risoluzione.

A mio parere non esiste nessun altra via da percorrere al di fuori di quella appena illustrata. Quanto a cuore vi sta la comunità odierna e, soprattutto, futura?

This Post Has Been Viewed 21 Times